Una nuova infrastruttura che recepirà le osservazioni degli enti locali

altLa società Concessioni autostradali piemontesi, Anas-regione Piemonte (Cap) ha dato ieri il via libera al progetto preliminare della Pedemontana piemontese, presentato nel dicembre 2009.
Ora il piano sarà inviato al ministero dei Trasporti per l’attivazione della procedura di legge obiettivo che prevede la valutazione di impatto ambientale e il nulla osta dei ministeri dell’Ambiente, delle Attività produttive e dei Beni culturali.

Entro settembre 2010, il progetto verrà approvato dal Cipe e potrà cominciare la fase definitiva di elaborazione tecnica dell’intervento che dovrà quindi tornare al Cipe per l’approvazione definitiva. L’inizio dei lavori è previsto per la fine del 2011. La nuova infrastruttura, lunga circa 40 chilometri, avrà un costo di quasi 600 milioni di euro, di cui il 60% cofinanziato dal partner privato ed il restante 40% suddiviso in parti uguali da Regione Piemonte e Cipe. Contestualmente la regione sta predisponendo un atto in cui recepisce le osservazioni di dettaglio degli enti locali, che presenterà in sede di Conferenza dei servizi.

Un passaggio importante – ha sottolineato la presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso – che conferma un percorso che per noi è diventato un modello decisionale consolidato che permette di trovare, insieme agli enti locali, le soluzioni migliori per inserire opere di una certa rilevanza sul territorio. Si tratta di un’opera attesa da decenni che sottrarrà Biella all’isolamento ‘autostradale’ in cui è stata costretta e svolgerà anche un ruolo fondamentale per il sistema di collegamenti territoriali”.

Fonte Adnkronos