Una Guida delle politiche urbane europee

altIl gruppo interservizi “sviluppo urbano” della Commissione europea ha messo a punto una guida aggiornata per illustrare le diverse iniziative nell’ambito delle politiche urbane. La guida prende in esame i vantaggi che le città possono trarre dalle politiche dell’Ue, analizza le conseguenze delle politiche europee nelle aree urbane e fornisce informazioni sulle potenziali forme di finanziamento. L’Unione europea, infatti, contribuisce allo sviluppo delle aree urbane attraverso varie azioni che investono numerosi settori sostenendo e rafforzando la rivitalizzazione di tutte le città europee.

Le città essendo il centro dell’attività economica, dell’innovazione e dell’occupazione si trovano a fronteggiare moltissime sfide. La progressiva espansione delle periferie, l’aumento della povertà e della disoccupazione e la crescente congestione sono, tra i tanti, problemi complessi che richiedono strategie integrate e mirate per i trasporti, gli alloggi, la formazione e l’occupazione. La politica regionale e di coesione europea affronta tutti questi temi. Durante il periodo 2007-2013 sono stati stanziati circa 21,1 miliardi di euro, pari al 6,1% del bilancio complessivo della politica di coesione. Di questi, 3,4 miliardi sono destinati al recupero dei siti industriali e alla bonifica delle aree contaminate; 9,8 miliardi ai progetti di riqualificazione urbana e rurale; 7 miliardi ai trasporti urbani ecologici; 917 milioni all’edilizia abitativa ed anche gli altri investimenti infrastrutturali per la ricerca e l’innovazione, trasporti, ambiente, istruzione, salute e cultura hanno un impatto significativo sulle città. Nel periodo 2007-2013 le città europee beneficeranno in diversi modi degli strumenti e delle iniziative della politica di coesione: le questioni riguardanti lo sviluppo urbano sono state integrate in quasi tutti i programmi regionali e nazionali finanziati con i fondi strutturali e di coesione; l’URBACT II programme favorisce lo scambio delle migliori pratiche e la creazione di reti tra urbanisti ed altri esperti locali; JESSICA (Joint European Support for Sustainable Investment in City Areas) è un’altra iniziativa della commissione europea avviata in collaborazione con la Banca europea per gli investimenti e la Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa per promuovere l’ingegneria finanziaria degli investimenti sostenibili, la crescita economica e l’occupazione nelle aree urbane dell’Ue; Urban Audit fornisce dati statistici e informazioni sulle condizioni di vita in 357 città europee dei 27 Stati membri dell’Unione europea, nonché di Norvegia, Svizzera e Turchia. Oltre 330 indicatori relativi alla vita urbana in Europa presentano risultati su: demografia, alloggi, salute, criminalità, mercato del lavoro, attività economica, disparità di reddito, amministrazioni locali, società civile, istruzione, infrastrutture culturali e turismo.

The urban dimension in Community policies for the period 2007-2013