Parte il progetto di riqualificazione della nuova stazione di Mestre

altUn’operazione da mezzo miliardo di euro, siglato dal precedente sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, e dall’amministratore delegato di Rfi e Fs Sistemi Urbani, Carlo De Vito, prevede una stazione a ponte che metterà in collegamento Mestre con Marghera offrendo due “porte” di accesso ai treni. Lungo una piattaforma posta sopra i binari e fiancheggiata da due grattacieli troveranno luogo, oltre ad una pista ciclabile e al passaggio pedonale, negozi, uffici e attività commerciali.
Nel fronte stazione al posto dell’ex palazzo delle Poste sorgerà un edificio comprendente un albergo ed uffici; il progetto prevede anche la demolizione del vicino ex distretto militare di proprietà delle Ferrovie. L’immobile Faretti, di cui sono proprietarie le Poste, stipulerà un accordo secondo il quale le Ferrovie cederanno la parte di stazione che si congiunge a via Cappuccina in cambio di un rifacimento del fronte stazione. Nel frattempo sarà effettuato il restyling della stazione attuale, mentre Rfi e Comune di Venezia metteranno a punto un Masterplan per l’intera area che va dalla stazione ferroviaria alla Gazzera. Nell’accordo è compresa anche la cessione al Comune del pacchetto Via Piave, che apparteneva alle stesse Ferrovie.

Fonte: www.audis.it