Nel capoluogo lombardo una banca per immigrati regolari

altA fine marzo a Milano è nata “Extrabanca”, il primo Istituto di credito italiano dedicato ai cittadini immigrati. Tra gli obiettivi dell’Istituto: arrivare ad avere 40 filiali entro il 2015 e 130.000 clienti con 15 milioni di euro di investimenti, rivolgendosi ad un target che gli esperti prevedono possa raggiungere i 6,5 milioni di unità nel 2012.
Extrabanca vede tra i propri azionisti principali Assicurazioni Generali, che detiene oltre il 12% del capitale sociale e Fondazione Cariplo, con una partecipazione di circa il 4%.

“Siamo la prima banca multietnica e uno staff multietnico, che mette realmente al centro il cliente immigrato in Italia – dice il presidente di Extrabanca, Andrea Orlandini. Un target rilevante soprattutto a Milano dove attualmente vivono 430.000 immigrati titolari di circa 20.000 aziende”. “Non siamo una banca etica – aggiunge Orlandini – ma una banca commerciale privata, con azionisti che desiderano vedere un ritorno dei propri investimenti, anche se comunque si tratta di un’iniziativa a forte valenza sociale”.

Una realtà rivolta ai cittadini regolari presenti sul territorio, che vedono nella legalità uno dei propri valori fondanti. In Extrabanca si parlano 13 lingue diverse e la finalità è quella di restituire dignità agli immigrati che lavorano onestamente nel nostro Paese.
Al momento dell’inaugurazione dell’Istituto di credito è stato positivo anche il commento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha definito l’iniziativa come “uno strumento utile a favorire il processo di integrazione di una immigrazione rispettosa della legge e il rafforzamento di una più salda coesione sociale”, sottolineando altresì che “la posizione degli immigrati portatori di bisogni specifici ed insieme differenziati, richiede strutture gestionali capaci di rispondere efficacemente alle molteplici esigenze attraverso circuiti economici trasparenti e facilmente accessibili”.

Ed un commento è arrivato anche dal Financial Times che ha definito Extrabanca “un piccolo esperimento interessante”. La prima banca italiana rivolta a stranieri è considerata dal giornale economico, una delle innovazioni in vista dell’Expo milanese. Il noto quotidiano finanziario in una lunga inchiesta su Milano città dell’Esposizione Universale 2015 ha infatti inserito tra le note a favore del capoluogo lombardo questo Istituto di credito del gruppo Generali rivolto agli immigrati regolari.

Per approfondimenti