Il Delegato Anci all’Immigrazione Biffoni all’Università Bicocca di Milano: “Abbandonare logica emergenziale per passare a un sistema di accoglienza integrato”

“L’impatto che i centri d’accoglienza hanno sui nostri territori è certamente una delle questioni principali oggi nel nostro Paese. Come Anci lavoriamo ogni giorno perché venga abbandonata nei fatti la logica emergenziale per passare a una gestione del sistema di accoglienza in modo integrato con le Amministrazioni locali. E’ necessario avere un’ottica di investimento di lungo periodo edi sviluppo del territorio, così da creare futuri cittadini, capaci di camminare con le proprie gambe”. Così Il sindaco di Prato e delegato Anci all’Immigrazione, Matteo Biffoni, che ha partecipato, in qualità di delegato Anci e presidente di Cittalia, alla tavola rotonda “La buona accoglienza sul territorio” all’Università Bicocca di Milano.
“Quello di cui hanno bisogno i Comuni – ha aggiunto Biffoni – è di essere messi in condizioni di dare supporto e servizi a chi fugge dal proprio Paese e crediamo che questo sia realizzabile solo attraverso il sistema SAI, parte integrante del welfare territoriale che garantisce, grazie ai servizi e ai modi di erogarli, la tenuta sociale del territorio che accoglie e la piena trasparenza nella gestione degli interventi”.