Il capoluogo abruzzese dopo il sisma raccontato in una mostra fotografica

alt“L’Aquila non si muove. L’immutabile identità di un popolo”: s’intitola così l’esposizione allestita a Roma presso la caserma Ferdinando di Savoia aperta da oggi al 16 maggio, organizzata dalla Polizia di Stato e dalla Galleria d’Arte Pignatelli.

La mostra si muove in tre ambiti d’interesse: uno racconta il capoluogo abruzzese prima e dopo il terremoto del 6 aprile 2009 attraverso gli scatti di un gruppo di artisti aquilani; un’altra sezione ospita le immagini fotografiche realizzate da coloro che hanno prestato servizio a L’Aquila dopo il sisma; l’ultima sezione, nata da una collaborazione con il dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, comprende una selezione delle opere fotografiche partecipanti al concorso “Uno scatto per L’Aquila”, organizzato dalla Polizia di Stato. L’ingresso alla mostra è gratuito.

Per approfondimenti