Earth Hour 2010

altPer l’Earth Hour – l’Ora della Terra 2010, che si terrà il 27 marzo, sono pronti a spegnersi, alle 20:30 ora italiana, la CN Tower di Toronto, il Table Mountain di Città del Capo, il Gran Palace di Bangkok, il Taipei 101 a Taiwan che è uno degli edifici più alti del mondo. A New York, invece, si oscureranno il Golden Gate e l’Empire State Building, nonché sempre negli Stati Uniti il Monte Rushmore (quello che rappresenta i quattro volti dei presidenti) e le luci di Las Vegas.

 

Alcune delle maggiori metropoli del mondo saranno parzialmente al buio per un’ora sottolineando con questo gesto simbolico il proprio impegno per lo sviluppo sostenibile e incoraggiando i cittadini ad adottare pratiche a basso impatto ambientale. Anche nelle nostre città l’Ora della Terra vedrà  le luci di alcuni dei nostri monumenti più importanti spegnersi per 60 minuti e sarà anche l’occasione per promuovere da parte di tutti piccole azioni concrete. A Londra si attenueranno le luci del London Eye, la grande ruota panoramica situata lungo il Tamigi, mentre dall’altra parte dell’Oceano, Hiroshima sarà la prima città del Giappone a testimoniare il suo impegno alla lotta ai cambiamenti climatici spegnendo le luci del Peace Memorial.
La partecipazione a questa nuova edizione dell’Ora della Terra del gruppo dei C40 (le città che rappresentano il 75% delle emissioni globali di CO2) è estremamente significativa.

 

“Con un’ora di buio – ha dichiarato il presidente di WWF Italia, Stefano Leoni – le città si fanno portavoce dell’aspirazione dei propri cittadini a vedere il mondo finalmente agire nella lotta contro i cambiamenti climatici”.

Guarda il video
Guarda il video