Carmiano conquista il titolo di campione della VII edizione di Rete Refugee Teams 2021. Conclusa la fase nazionale oggi a Roma.

Dopo la giornata di lunedì di esordio, si è conclusa stamane, allo Stadio dei Marmi del Foro Italico a Roma, la Fase Nazionale 2021 di Rete Refugee Teams, progetto/torneo promosso dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, in collaborazione con il Ministero dell’Interno, l’ANCI, Cittalia e il Servizio Centrale della Rete SAI, con il supporto dei partner Eni e Puma, rivolto ai minori stranieri non accompagnati.

Questa fase conclusiva,  svolta durante la  Settimana Europea dello Sport, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, da Sport e Salute e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, ha coinvolto 8 squadre finaliste con circa cento giovani calciatori dei progetti SAI di tutta Italia (dei 1300 ragazzi di 110 centri di accoglienza di 18 regioni italiane, divisi in  93 squadre che hanno partecipato alle fasi regionali).

La Coppa di “Campioni del torneo”  l’ha conquistata la squadra di Carmiano (Lecce) che ha disputato la combattuta finalissima con il Marsala:  2 a 1 il risultato finale. Una coppa a lungo agognata dal Carmiano che negli anni scorsi (il torneo si gioca dal 2015) per due volte aveva già giocato la finale.

Questa dunque la classifica finale: Carmiano (Lecce), Marsala (Trapani), Bologna,  Cerro al Volturno (Isernia), Firenze, AstiRaffadali (Agrigento),  Alto Sannio.

Le partite di questa due giorni sono state giocate in un’atmosfera di equilibrato agonismo sportivo e gli esiti sono stati incerti fino alla proclamazione delle squadre che si sono contese la finalissima della settima edizione di un torneo che ha entusiasmato ragazzi, accompagnatori, allenatori, tecnici e dirigenti della FIGC, svoltasi in un clima di amicizia e rispetto straordinari.

La premiazione è stata una festa di gioia e sorrisi di tutti i partecipanti, dal primo all’ottavo posto.

I ragazzi sono stati premiati dal presidente della FIGC Gabriele Gravina, dal presidente della Settore Giovanile e scolastico della FICG Vito Tisci, dal delegato Anci per l’Immigrazione e le politiche per l’integrazione e presidente della Fondazione Cittalia Matteo Biffoni sindaco di Prato, dall’Assessora allo Sport del Comune di Roma Veronica Tasciotti, dal presidente di Sport & Salute, Vito Cozzoli,  dai Vice Presidenti SGS Simone Perrotta e Simone Alberici, dal responsabile delle Relazioni Industriali di Eni Fabrizio Sbarra e da Emanuele Caroppo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

“Un bellissimo progetto, quello di Rete Refugge Teams,  che coinvolge i ragazzi accolti nella rete Sai. – ha detto il presidente di Cittalia Biffoni, che ha consegnato il trofeo al miglior marcatore del Torneo, un ragazzo della squadra di Firenze -Ringrazio la Figc, l’Anci e Cittalia per l’organizzazione di questa iniziativa davvero intelligente: i ragazzi giocano e si divertono, alcuni di loro già giocano nelle squadre delle città in cui sono accolti. Un progetto importante che, attraverso lo sport, favorisce l’inclusione e l’integrazione per avviare dei concreti percorsi di cittadinanza. Non vediamo l’ora di continuare a collaborare per la prossima edizione”.

Per Anci erano presenti il responsabile dell’Area Immigrazione e Welfare Luca Pacini, direttore della Fondazione Cittalia, la responsabile del Dipartimento Immigrazione Camilla Orlandi,  per la Fondazione Cittalia la responsabile del Servizio Centrale del SAI Virginia Costa, la responsabile Ufficio Minori Stranieri non accompagnati Monica Lanzillotto e Sara Spada che ha seguito in particolare il progetto.

Già si pensa all’edizione 2022 che porterà importanti novità, grazie all’impegno dei ragazzi che nell’attività sportiva riescono a esprimere quei valori di rispetto e correttezza, fondamentali nella vita quotidiana nella propria comunità territoriale.

GUARDA LA GALLERIA DI FOTO DELLA GIORNATA NELLA PAGINA FACEBOOK DI CITTALIA

Maggiori info sul progetto e sulla manifestazione (risultati, video, foto) sul portale web dedicato a Rete Refugee Teams.

QUI VEDI IL VIDEO SUL SITO DELLA FIGC