Cittalia diventa la terza “City Embassy” di Amsterdam in Europa

Creare una rete di città europee per scambiare e condividere le buone prassi per affrontare le sfide urbane è l’obiettivo dell’incontro promosso dall’ambasciata d’Olanda in Italia che si è svolto il 30 settembre a Roma presso l’Urban Center Garbatella, nel corso del quale è stata conferita a Cittalia la targa di City Embassy di Amsterdam da parte del direttore di Pakhuis de Zwijger Egbert Fransen. Cittalia diventa così la terza city embassy d’Olanda dopo Berlino e Bucarest. La cerimonia fa parte di una visita studio di un gruppo di ventiquattro professionisti del settore creativo dei Paesi Bassi a Roma organizzata da Pakhuis de Zwijger, piattaforma di dialogo di Amsterdam, insieme all’Ambasciata dei Paesi Bassi di Roma, per approfondire i processi urbani e sociali della “città in transizione”. In particolare gli esperti e studiosi olandesi cercheranno di capire, a partire dalle esperienze realizzate nella Capitale, come ad esempio il progetto TUTUR a Monte Sacro per il riuso temporaneo degli spazi abbandonati della città, in che modo la creatività urbana può dare un contributo positivo allo sviluppo urbanistico e socio-economico dei contesti locali.
Il riconoscimento di City Embassy nasce due anni fa ad Amsterdam con l’obiettivo di arrivare entro il 2016, anno in cui l’Olanda avrà la presidenza dell’Unione Europea, ad un network che colleghi tutte le capitali dell’Unione europea per definire strategie comuni di crescita e innovazione.