tagUK

Webinar MSNA

 

logoanci Logo SPRAR verticale gray

logoanci Logo SPRAR verticale gray

I 5 modi in cui i cittadini si attivano per la cura della Capitale

Siamo davvero sicuri che senso civico e di responsabilità non ci appartengano? E’ questo il dibattito che si è scatenato nei giorni scorsi sui social network e che ha coinvolto la città di Roma, sotto la lente anche del New York Times in un articolo pubblicato il 22 luglio.

Mercoledì, 05 Agosto 2015

Richieste di chiarimento da parte dei concorrenti della procedura

Si segnala che, ai sensi di quanto specificato al paragrafo 1 (ENTE APPALTANTE) della Lettera di Invito, i chiarimenti di natura tecnica e/o di natura procedurale/amministrativa potranno essere richiesti dai concorrenti, esclusivamente a mezzo posta elettronica all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., dal 24 agosto al 9 settembre 2015.

Martedì, 04 Agosto 2015

Sprar, il nuovo bando amplierà di 10 mila posti la rete di accoglienza nei territori

''Siamo molto soddisfatti. Questo bando, rivolto ai Comuni che ancora non fanno parte del sistema, permetterà di ampliare di almeno 10mila posti la rete Sprar''. Lo afferma il presidente dell'ANCI, Piero Fassino, al termine della Conferenza Unificata in cui l'ANCI ha espresso parere favorevole sul decreto del ministero dell'Interno contenente il bando per ampliare la rete dei Comuni aderenti allo Sprar.

Venerdì, 31 Luglio 2015

Comunicazione e migranti, al via il bando di Terra di Tutti Art Festival

Creare un progetto di comunicazione efficace sui temi della migrazione, dello sviluppo e dei diritti umani per sensibilizzare i cittadini sul valore aggiunto della diversità culturale e sugli effetti negativi dei pregiudizi, è l'obiettivo del progetto AMITIE CODE – Capitalizing on Development di cui Cittalia è partner associato.

Martedì, 30 Giugno 2015

AGREE, dal meeting di Bucarest soluzioni condivise contro lo sfruttamento agricolo in Europa

Le strategie nazionali ed europee di contrasto allo sfruttamento agricolo dei braccianti sono al centro del lavoro di ricerca tematica che sarà presentato e discusso dai partner europei del progetto AGREE (Agricoltural job rights to end foreign workers exploitation) in occasione del meeting che avrà luogo l’1-2 luglio a Bucarest.

L'incontro sarà l'occasione per un confronto tra le indagini realizzate sul campo dai partner italiani, spagnoli e rumeni del progetto, come base conoscitiva per azioni di formazione degli operatori e sensibilizzazione di lavoratori e opinione pubblica sul tema. In tutti e tre i paesi la ricerca comparata rivela la presenza di situazioni di irregolarità lavorativa che rendono il settore dell’agricoltura come uno di quelli a maggiore e più diffuso rischio di sfruttamento. La presenza di sistemi inadeguati di emersione e la mancanza di coordinamento tra le istituzioni preposte rappresentano altri due elementi comuni rilevati dall’indagine che ha tenuto conto delle specifiche situazioni dei sistemi produttivi locali per individuare possibili soluzioni per ridurre lo sfruttamento. Dal supporto alle imprese virtuose, alla ridefinizione delle norme sull’immigrazione, il progetto AGREE fa emergere una serie di indicazioni utili ad affrontare sul piano nazionale ed europee un problema che affligge milioni di lavoratori, soprattutto migranti, in tutta Europa. La condivisione dei risultati della ricerca, presentati dagli esperti nazionali incaricati della ricognizione sui territori al centro del progetto (per l’Italia in particolare la zona dell’Agro-Pontino) si accompagnerà a Bucarest alla definizione di standard per la formazione e il networking locale, a partire dalle esperienze emerse dalle attività svolte localmente negli ultimi mesi in Italia, Spagna e Romania. I risultati conclusivi dell’azione di ricerca, formazione e sensibilizzazione locale saranno presentati nella conferenza finale di Roma, organizzata dall’Associazione Bruno Trentin, capofila del progetto. Tra gli altri partner di Agree figurano la Fondazione ricerche dell’Anci Cittalia, i partner rumeni dell’associazione CPE (Centrul partenariat pentru egalitè) e il sindacato CNSLR Fratia, la Confederacion Sindical de Commission Obreras della Catalogna e la Fundaciò Cipriano Garcia.

Giovedì, 25 Giugno 2015

spacer

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle rubriche Cittalia? Iscriviti alla nostra mailing list e riceverai la raccolta dei temi principali del nostro portale con cadenza quindicinale.

Accetto i Termini e condizioni sulla Privacy

Abilita il javascript per inviare questo modulo

 

 

Contatti

  Via delle Quattro Fontane , 116 - Roma

  T: 06.76980811

  F: 06.87755008

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Website Security Test

 

 

Contatti

  Via delle Quattro Fontane , 116 - Roma

  T: 06.76980811

  F: 06.87755008

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Website Security Test

 

Dove siamo