2 INNOVAZIONE NEL SISTEMA ESPERIENZE & TESTIMONIANZE

INNOVAZIONE NEL SISTEMA

ESPERIENZE & TESTIMONIANZE

I Comuni italiani e la crisi pandemica. Nuovi bisogni e servizi riformulati

Il documento raccoglie le iniziative intraprese dai comuni italiani nell’offerta di servizi a carattere sociale durante l’emergenza sanitaria Covid-19, suddividendo i servizi tra quelli di nuova attivazione destinati ai bisogni primari e quelli già forniti in passato, ma riformulati per essere adattati all’attuale situazione di crisi.

I Comuni italiani e la crisi pandemica. Nuovi bisogni e servizi riformulati

L’associazione di volontari informatici che contrasta l’isolamento ricorrendo alla tecnologia

Informatica Solidale è un’associazione di professionisti informatici volontari, inserita nella rete comunale Milano Aiuta, che offre un servizio per l’utilizzo di strumenti e servizi informatici destinato a persone che non hanno alternative di supporto, anziani, disabili e persone in difficoltà economiche, fisiche o sociali, con lo scopo di contrastare l’isolamento sociale di questo dato momento storico.

Vai alla pagina web del servizio

Contrastare la povertà da reddito attraverso progetti di tutela ambientale

L’Amministrazione comunale di Montefalcone nel Sannio ha realizzato un progetto con una duplice finalità, una ambientale e l’altra sociale, prevedendo azioni di inclusione sociale e inserimento lavorativo a favore di persone disoccupate, over 40 anni e non beneficiari del Rdc, coinvolgendoli in lavori di utilità diffusa rivolti alla valorizzazione del patrimonio ambientale pubblico urbano, extraurbano e rurale.

Avviso pubblico

Modulo di partecipazione

Uno street store per le persone senza dimora

Lo street store, letteralmente “negozio di strada”, rappresenta uno spazio pubblico adibito a negozio presso il quale alcuni volontari dispongono ordinatamentetutti gli indumenti e gli accessori donati dalla cittadinanza alle persone senza dimora o in condizione di grave disagio economico presenti sul territorio del Comune di Napoli, i quali possono scegliere in autonomia, curiosando tra i diversi capi, ciò di cui hanno necessità e che più gradiscono

Avviso pubblico Street store

 

Le proposte innovative del Comune di Palermo in contrasto alla povertà abitativa

L’Amministrazione comunale di Palermo intende realizzare progetti innovativi che prevedono due servizi sperimentali: l’housing led e l’housing first. Il primo è un modello di rapporto abitativo fra persone che si trovano in un momentaneo disagio abitativo e persone che hanno la possibilità di ospitare nella propria abitazione attraverso la sostituzione del contratto di affitto con lo scambio di un servizio; il secondo, invece, fa riferimento a interventi di sostegno rivolti a famiglie che si trovano in difficoltà socio-economica e che sono a rischio povertà.

Avviso pubblico Housing Led

Avviso pubblico Housing First

Vai alla pagina web del Comune di Palermo

Consultorio Giovani Open G

Il servizio di consultorio dell’AUSL del Comune di Reggio Emilia si rivolge a giovani dai 14 ai 19 anni che, in modo gratuito e senza appuntamento, possono ricevere informazioni, consulenze e prestazioni sanitarie, ma anche trovare uno spazio di ascolto psicologico. 

Vai alla pagina web del Comune di Reggio Emilia

#viaCassoliuno, a Reggio Emilia spazio ai giovani

Con #viaCassoliuno il Comune di Reggio Emilia risponde al bisogno espresso dalle realtà giovanili reggiane, riunite nel Forum delle associazioni giovanili, di avere uno luogo per i giovani, gestito dai giovani, in cui dare spazio alle loro idee e ai loro progetti, improntati alla partecipazione e alla collaborazione, uno spazio progettuale restituito alla comunità che nasce dove ieri c’era una sala giochi irregolare, sottratto alle dipendenze e consegnato alla “meglio gioventù” della città.

Vai alla pagina web del Comune di Reggio Emilia

Nuovi paesaggi d’apprendimento con la “Scuola diffusa”

I tre progetti pilota inquadrati nell’ambito di “Scuola diffusa”, promossi dall’Assessorato all’Educazione del Comune di Reggio Emilia con Officina Educativa e Fondazione Reggio Children, riguardano spazi scolastici pre-esistenti e riqualificati, sufficientemente ampi per permettere di rispettare il distanziamento sociale, ma in ambienti confortevoli e interattivi, contesto che permette di salvaguardare elementi fondamentali dell’educazione come l’inclusione, l’integrazione, il benessere psico-fisico, le relazioni e la cooperazione.

Vai alla pagina web del Comune di Reggio Emilia

Il contrasto alla marginalità adulta del Comune di Palermo

La giunta comunale di Palermo ha approvato, nel maggio 2019, una delibera per la ripartizione delle risorse/quote servizi Fondo Povertà destinate a finanziare interventi e servizi in favore di persone in grave marginalità adulta, in condizioni di povertà estrema e senza fissa dimora, con l’obiettivo di superare l’approccio emergenziale e di promuovere un percorso di autonomia.

Delibera quote servizi Fondo Povertà

La Comunità solidale al fianco di chi perde lavoro: il caso di Monastier di Treviso

Dal 2014 l’amministrazione comunale di Monastier di Treviso promuove il “Fondo di solidarietà per chi perde il posto di lavoro”. Un progetto di “intelligenza territoriale” che nasce dalla necessità di contrastare le povertà emergenti, attraverso azioni solidali che vedono i cittadini e le istituzioni locali protagonisti. I beneficiari del Fondo sono a loro volta impegnati in servizi di pubblica utilità.

Fondo solidarietà per chi perde lavoro

L’Assistente Sociale a portata di App

L’App del Comune Monastier di Treviso (TV) accorcia le distanze tra i cittadini e l’istituzione rendendo più veloce ed efficiente il flusso delle informazioni. Tra le varie sezioni di cui è composta se ne può trovare una dedicata al “Servizio Sociale” al cui interno vengono costantemente pubblicate le informazioni per i cittadini relative all’organizzazione del servizio, alle progettualità in corso e all’attività svolta dall’assistente sociale nell’ottica della promozione del benessere della persona.

L’Assistente Sociale a portata di App

INTERPRETI DI CAMBIAMENTO: L’ESPERIENZA CREMASCA

I comuni dell’Ambito Distrettuale Cremasco dal 2019 hanno realizzato un’interessante progettualità volta a sostenere percorsi individualizzati di inclusione lavorativa. Il progetto è destinato a persone in condizione di fragilità socio-economica e con disagio abitativo; prevede la realizzazione di laboratori sociali, sportelli di ascolto e di mediazione abitativa in ogni quartiere e interventi di riqualificazione partecipata degli spazi comuni.

Piano_annuale_servizi_abitativi 2019_ interpreti di cambiamento

Sostegno abitativo_ GENITORI SEPARATI

FAMI Lab Impact: un focus sulla comunità cremasca

I comuni dell’Ambito Distrettuale Cremasco dal 2019 sono impegnati nella realizzazione del progetto Lab Impact che vede come beneficiari le famiglie straniere residenti nei complessi residenziali ERP e in alcune zone di edilizia privata. La finalità è promuovere l’inclusione sociale attraverso servizi di mediazione abitativa e interculturale nei diversi contesti di vita, al fine di garantire una convivenza multiculturale e la condivisione degli spazi di comunità.

Piano_annuale_servizi_abitativi 2019_ FAMI Lab Impact

AOSTA A MISURA DEI GIOVANI

L’ufficio Politiche giovanili del Comune di Aosta (AO) sviluppa diverse iniziative di cittadinanza attiva e offre servizi finalizzati all’inclusione sociale e lavorativa dei giovani. La cittadella dei giovani è una struttura, un servizio e un progetto rivolto a tutta la comunità giovanile valdostana, di età compresa fra i 14 i 29 anni. Tuttavia, si prevedono attività dedicate a categorie particolari di utenza, in collaborazione con il Terzo settore e le altre istituzioni.

InnovationLAB: VERSO LA DIGITALIZZAZIONE

La digitalizzazione della pubblica amministrazione si pone come una nuova sfida sia per gli addetti ai lavori che per i cittadini. Il Comune di San Donà di Piave (VE), in cordata con altre 16 amministrazioni del territorio, ha ottenuto un finanziamento di 700.000 euro per attivare servizi previsti dal progetto regionale InnovationLab volto a favorire lo sviluppo di servizi innovativi e costruire veri e propri centri di “cultura dell’innovazione” attraverso processi di cittadinanza attiva.

InnovationLab_ comunicato stampa

A Parma tre progetti dedicati al coinvolgimento delle famiglie nella vita dei detenuti

Nel 2018 il Comune di Parma insieme all’Associazione Assistenti Volontari Penitenziari Per Ricominciare, al Forum Solidarietà e agli Istituti penitenziari di Parma hanno realizzato tre progetti denominati “Laboratorio Gioco”,”Il Focolare” e “Il Samaritano”, dedicati al miglioramento delle relazioni all’interno delle famiglie che hanno un componente sottoposto a regime di detenzione e ad un loro maggior coinvolgimento.

DETERMINA conferma impegno

A Biella corsi di orticoltura e giardinaggio per formare i detenuti alla cura del verde cittadino

Un accordo tra la direzione della Casa circondariale, l’associazione Ricominciare e il Comune di Biella nel 2016 dà la possibilità ad alcuni detenuti di partecipare a corsi di orticoltura e giardinaggio all’interno delle mura del carcere, sperimentando un nuovo modello di reinserimento lavorativo che si conclude con l’impiego nella cura del verde all’interno del cimitero cittadino.

BIELLA ORTICOLTURA

Co-progettazione di interventi tra il Comune di Biella e i soggetti privati del Terzo settore

In considerazione del periodo di pandemia la Regione Piemonte ha prorogato i termini della presentazione di candidature per la realizzazione, sul territorio regionale, del progetto “RI-ESCO” e per la selezione di soggetti privati del Terzo settore che, in partnership con il Comune di Biella, si impegneranno a progettare interventi a favore del reinserimento di persone detenute.

PROGETTO RI-ESCO

Portale Di.To – Disabilità a Torino

Il portale Di.To, attivo per rispondere alle domande che le famiglie con bambini in situazione di disabilità rivolgono agli operatori rispetto ai servizi loro dedicati, nel periodo dell’emergenza sanitaria ha realizzato una pagina specifica sul sito del Comune di Torino che viene quotidianamente aggiornata con informazioni in tempo reale sui servizi e le risorse attive.

Portale Di.To – Disabilità a Torino

#allenatiacasaKIDS, lo sport a casa anche per i più piccoli

Con questa iniziativa anche i più piccoli possono allenarsi restando a casa: un elenco, infatti, di palestre e centri sportivi di Roma offre la possibilità di seguire gratuitamente le lezioni in streaming sui propri canali social, un’iniziativa nata con l’intento di invitare il più ampio pubblico a restare a casa nel periodo di emergenza sanitaria e di dare risalto alle numerose iniziative di video tutorial gratuiti che molti impianti sportivi hanno messo recentemente a disposizione.

Vai alla pagina web del Comune

”Le chiavi della città” di Firenze

In questo periodo di emergenza sanitaria il Comune di Firenze, in collaborazione con PortaleRagazzi.it, ha portato avanti attraverso la didattica a distanza più di quaranta progetti formativi ed educativi rivolti alle scuole di ogni ordine e grado. I progetti sono più di quaranta e spaziano su argomenti molto vasti: formazione alla cittadinanza, impegno civile, ma anche tradizioni popolari fiorentine, nuove tecnologie, educazione alla salute, media e social network.

Vai alla pagina web del Comune

Family Hub, lo sportello di ascolto delle famiglie del Comune di Firenze

Lo “Sportello diffuso” fornisce alle famiglie che fanno richiesta risposte specifiche e concrete in base a bisogni specifici, con lo scopo di indirizzare verso percorsi di educazione ai minori che integrino gli aspetti sociali, pedagogici e sanitari. Lo sportello offre anche attività come laboratori in piazza e sviluppo di progetti innovativi che prevedono l’uso di strumenti digitali.

Vai alla pagina web del Comune

Ufficio per il Contrasto dell’Evasione dell’Obbligo Scolastico di Roma Capitale

L’Ufficio svolge diverse attività tra le quali la  pianificazione, la gestione e il monitoraggio dei programmi per il contrasto dell’evasione dell’obbligo scolastico, in collaborazione con i servizi sociali municipali e regionali, e in accordo con i diversi uffici del sistema scolastico nazionale.

Roma – Evasione scolastica – Ordinanza

Roma – Evasione scolastica  – segnalazione Modello

A Roma un progetto che dà valore alla multiculturalità 

In considerazione della presenza di diverse etnie nel territorio, il Municipio I di Roma ha deciso di investire sull’inclusività ideando un progetto che prevede l’avvio di tre poli interculturali, punti di riferimento per scuole e associazioni, nei quali organizzare azioni e servizi rivolti a bambini, ragazzi, genitori, insegnanti e operatori culturali.

Vai alla pagina web del Comune

#laculturaincasaKIDS, la raccolta di appuntamenti digital per bambini e ragazzi  

Con l’hashtag #laculturaincasaKIDS si raccontano tutte le attività e gli appuntamenti digital che in questo periodo di emergenza sanitaria hanno coinvolto e continuano a interessare bambini e ragazzi di tutta Italia. I contenuti disponibili vengono costantemente aggiornati dai canali social di @culturaaroma.

Vai alla pagina web del Comune

“Aspettando che finisca …”

Per lasciare memoria delle numerose iniziative promosse dai Nidi e dalle Scuole dell’Infanzia di Roma Capitale, il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici lancia l’iniziativa “Aspettando che finisca …” allo scopo di raccogliere i progetti intrapresi durante l’emergenza sanitaria Covid-19.

Vai alla pagina web del Comune

PNA – SPRAR – SIPROIMI

Nel 2001 il Ministero dell’Interno, insieme ad ANCI e UNHCR, siglano un protocollo d’intesa per la realizzazione del PNA – Programma Nazionale Asilo: nasce così il primo sistema pubblico per l’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati. La legge n.189/2002 istituzionalizza queste misure di accoglienza stabilendo la costituzione dello SPRAR – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, che con il più recente dl n.113/2018 viene riservato ai soli titolari di protezione internazionale e a tutti i minori stranieri non accompagnati, e di conseguenza viene rinominato SIPROIMI – Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati. Nel 2020 la rete del SIPROIMI è composta da più di 800 progetti con oltre 31.000 posti e vede il coinvolgimento di circa 1.800 comuni.

Vai alla pagina web del SIPROIMI

Muoviti con libertà

Da marzo 2018 il Comune di Messina ha promosso un’attività progettuale che consente alle persone disabili, mediante l’ausilio della tecnologia, di interfacciarsi con un’assistente personale per la presa in carico. L’idea di fondo promossa dal progetto è quella di fornire alle persone disabili un servizio di assistenza pratico ed efficace da poter utilizzare in qualsiasi momento.

Messina – Muoviti con libertà

Perugia Accessibile

Il Comune di Perugia, a seguito di alcune indagini e rilevazioni sull’accessibilità del territorio, ha realizzato una guida della città dedicata alle persone disabili. Una mappa, consultabile sul sito del turismo, sono stati segnalati il grado di accessibilità dei principali punti di interesse culturale e turistico della città e la presenza di barriere architettoniche.

Vai alla pagina web del Comune

Social Innovation e tecnologia digitale a Bari: un’App a portata di welfare

Il Comune di Bari, nel luglio 2016, in collaborazione con la cooperativa sociale C.A.P.S., ha realizzato la sua prima applicazione digitale, “Bari Social”, uno strumento che offre in modo innovativo un orientamento tra i servizi offerti dall’area Servizi sociali del municipio. L’App è un mezzo utile per famiglie in difficoltà, donne vittime di violenza, immigrati, anziani, disabili e adulti in condizione di povertà. Per questi ultimi, ad esempio, fornisce una mappa completa e aggiornata dei servizi di accoglienza a bassa soglia. 

Vai alla pagina web del Comune

Progetto GARSIA: connessione socio-sanitaria nel territorio bolognese

L’Amministrazione del Comune di Bologna, nel giugno 2019, ha approvato una convenzione volta a sostenere il Progetto informativo-informatico GARSIA, avviato dall’ambito territoriale dell’USL di Bologna su impulso della preesistente Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Bologna. Obiettivo del progetto è la creazione di un servizio unico di supporto informatico per l’erogazione dei servizi sociali e socio-sanitari tra i quali la presa in carico, la valutazione, l’assegnazione del servizio e la gestione dell’intervento in riferimento alle aree minori, disabili, adulti e anziani.

GARSIA DELIBERA

GARSIA CONVENZIONE

Progetto Venezia LIS 2019

Nel 2019 il Comune di Venezia ha presentato il progetto “Venezia LIS”, approvato e finanziato dalla Regione Veneto nel marzo 2020. Scopo del progetto è di promuovere l’inclusione sociale attraverso l’inserimento lavorativo di persone che versano in condizione di fragilità sociale, temporanea o permanente, all’interno degli uffici giudiziari, al fine di migliorare il funzionamento dell’organizzazione.

LIS VENEZIA

A Reggio Calabria azioni rivolte a persone in emergenza abitativa

Con una particolare attenzione alle povertà e alle marginalità estreme, la Città Metropolitana di Reggio Calabria, nell’ambito del Programma nazionale PON METRO 2014-2020, si impegna a realizzare una rete di servizi di accompagnamento ai soggetti destinatari di alloggi temporanei per emergenza abitativa e, più in generale, a persone e nuclei familiari con disagio abitativo sul territorio cittadino.

Reggio Calabria PON Avviso 1

Reggio Calabria PON Avviso 2

Gocciolino resta a casa 

Un team di esperti dell’associazione Gocce nell’Oceano Onlus di Corato, supportati da vari comuni dell’hinterland barese tra cui Corato, Trani, Bisceglie, Barletta e Ruvo di Puglia, ha creato un canale YouTube allo scopo di fornire alle famiglie, soprattutto ai bambini e ai ragazzi, suggerimenti utili ad affrontare la permanenza in casa durante il periodo di emergenza sanitaria, con una particolare attenzione ai ragazzi con disabilità che hanno dovuto sospendere ogni forma di intervento riabilitativo.

Vai alla pagina web del CSV Bari

Progetto “Digitale a domicilio” del Comune di Capannori

Il progetto, nato in forma sperimentale nel 2016, consiste in un servizio gratuito di alfabetizzazione informatica da parte di educatori digitali millennials che, recandosi nelle abitazioni dei cittadini di Capannori più anziani per svolgere direttamente a domicilio lezioni di internet e fornendo strumenti di comunicazione con la pubblica amministrazione in forma digitale, permettono un’inclusione consapevole e sicura.

Determina dirigenziale “Digitale a domicilio”

Progetto “Abitare sicuri” del Comune di Bolzano

Frutto della collaborazione tra Comune di Bolzano, Ibm e diversi partner locali, il progetto innovativo ha coinvolto circa 30 anziani con l’obiettivo di favorire la loro permanenza a casa in condizioni di sicurezza e autonomia, avvalendosi di sensori wireless e apparecchiature attraverso le quali è possibile accedere all’assistenza e all’intervento del medico direttamente dal proprio domicilio e comunicare con gli operatori sanitari a distanza. 

Progetto “Abitare sicuri”