Per offrirti una migliore esperienza possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

47° GIORNATA INTERNAZIONALE DEI ROM, SINTI E CAMINANTI In evidenza

Domenica 8 aprile in tutto il mondo si celebra il “Romany Day“, la Giornata internazionale dei rom, sinti e caminanti.

05 Apr 2018 0 comment

La Giornata è stata istituita in ricordo dell’ 8 aprile 1971 quando a Londra si riunì il primo Congresso internazionale del popolo Rom e si costituì la “Romani Union”, la prima associazione mondiale dei Rom riconosciuta dall'ONU nel 1979.

L'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri (UNAR) in collaborazione con il mondo dell'associazionismo e con i Rom stessi, vuole commemorare questa data promuovendo una maggiore conoscenza della cultura Rom e Sinti in Italia e delle problematiche di esclusione e discriminazione che limitano la loro integrazione.

Nei giorni che anticipano la giornata e nell'arco della giornata stessa in numerose città italiane si svolgeranno varie iniziative per favorire la conoscenza e il confronto tra Rom e non Rom.

Il 6 aprile a Roma dalle ore 11, presso la Biblioteca del Senato in Piazza della Minerva 38, sarà presentato dalla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani in collaborazione con l’Associazione 21 luglio Onlus il “Rapporto annuale sulla condizione dei rom e sinti in emergenza abitativa in Italia, sugli sgomberi forzati e i discorsi d’odio”. Il rapporto contiene anche una mappatura nazionale delle baraccopoli, con un focus sulla città di Roma e il “Piano di inclusione rom” comunale.

Interverranno alla presentazione Luigi Manconi, direttore Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), già presidente della Commissione diritti umani del Senato; Carlo Stasolla, presidente Associazione 21 luglio Onlus; Tommaso Vitale, Università Science Po; Marco Zanne, Associazione 21 luglio Onlus. Durante l’evento sarà consegnata una targa del Senato a Goffredo Bezzecchi, vittima dei Porrajmos (lo sterminio di rom e sinti durante il nazismo) e sopravvissuto ai campi di concentramento.

Nella giornata di domenica 8 aprile a Isernia torna, per la terza edizione, il Festival della cultura Rom e Sinti organizzato dall’associazione Rom in Progress per promuovere l’inclusione sociale di questi popoli, la bellezza e il valore delle loro antiche tradizioni ed esempi positivi di integrazione nel tessuto sociale.

festival rom e sinti

Durante la giornata sono previsti diversi momenti come la presentazione del “Movimento Rom e non Rom: insieme si può”, un progetto promosso da Romni Onlus e finanziato da Unar nato per favorire l’efficacia delle azioni d’inclusione sociale rivolte ai gruppi Rom, Sinti e Camminanti in Italia e consolidare una rete tra le loro organizzazioni e la società civile. Sono state organizzate anche una sfilata di moda, l’esibizione di alcuni artisti Rom e Sinti, una mostra fotografica e un buffet con prodotti tipici.

Sempre domenica 8 aprile a Pavia una giornata dedicata all’incontro e allo scambio culturale con l’evento “Incontro sulla cultura musicale Sinta e Rom tra modernità e tradizione” dedicato agli adulti, ma soprattutto ai bambini con laboratori e attività di intrattenimento.

spacer

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle rubriche Cittalia? Iscriviti alla nostra mailing list e riceverai la raccolta dei temi principali del nostro portale con cadenza quindicinale

Contatti

Via delle Quattro Fontane, 116 - Roma
T: 06.76980811
F: 06.87755008

Dove siamo