Per offrirti una migliore esperienza possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Le buone pratiche della conferenza finale Beams per l'integrazione locale e il contrasto agli stereotipi

Il contrasto all'esclusione sociale passa in Italia e in Europa da una maggiore attenzione di media e istituzioni verso il linguaggio adottato per evitare stereotipi. Con la conferenza finale di Venezia giunge a conclusione il progetto Beams, che ha costituito un originale momento di riflessione sulla percezione degli stereotipi e dei razzismi in dodici paesi europei affrontati da prospettive diverse.

15 Dic 2014 0 comment

Dai media a comuni e regioni fino alle associazioni di settore, il progetto ha evidenziato quanto la comunicazione rappresenti la vera chiave per favore l'inclusione e un reale coinvolgimento di giovani e cittadini attorno alle tematiche legate alla diversità culturale.

I contesti urbani rappresentano il fronte principale in cui contrastare razzismi e discriminazioni, grazie all'azione congiunta di diverse tipologie di attori, istituzionali e non. Migliorare la comunicazione pubblica attraverso strategie coerenti che contemplino il diversity management e una maggiore sinergia tra uffici comunali e stampa locale è una delle azioni suggerite nel corso dell'azione di ricerca su linguaggio e politiche di comunicazione utilizzate dai comuni, che la Fondazione ha condotto nel corso del progetto.

Ascoltare le città, le comunità straniere e i protagonisti delle politiche di integrazione rappresenta l'azione principale intrapresa da Cittalia in coordinamento con gli altri partner italiani del progetto, dall'Unar all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, e in collaborazione con molti dei più importanti esperti italiani del settore.

Oltre duecento giornalisti della stampa locale hanno partecipato ai tre incontri dedicati al racconto delle esperienze di inclusione locale, organizzati tra ottobre e dicembre a Firenze, Bari e Venezia: questi ultimi due hanno fatto parte del programma di formazione obbligatoria per giornalisti, organizzati in collaborazione con gli Ordini di Puglia e Veneto.

Consolidare l'attenzione di giornalisti e comunicatori pubblici sul linguaggio positivo da adottare e sui contesti locali dell'informazione su questi temi è stato uno degli obiettivi raggiunti da Cittalia con il progetto, ancora più rilevante se si considerano le cronache delle ultime settimane e la rinnovata attenzione dei media sulla presenza dei richiedenti asilo e rifugiati nelle città italiane.

Cittalia continuerà ad affrontare i temi emersi nel corso del progetto Beams nell'ambito di due nuove azioni co-finanziate dalla Commissione europea: Dy-move, che vede Unar come capofila, verterà sul tema del diversity management in pubbliche amministrazioni e società partecipate mentre Prism, con Arci capofila, monitorerà siti e social network per il contrasto all'hate speech.

 

spacer

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle rubriche Cittalia? Iscriviti alla nostra mailing list e riceverai la raccolta dei temi principali del nostro portale con cadenza quindicinale

Contatti

Via delle Quattro Fontane, 116 - Roma
T: 06.76980811
F: 06.87755008

Dove siamo